di Marco Adorni

In una delle sue ultime pubblicazioni, L’ora di lezione, Massimo Recalcati, parlando dell’insegnamento socratico, ne indicava l’essenza e l’attualità con un’affermazione che ritengo adatta a introdurre i motivi per cui abbiamo aperto questo spazio di narrazione per gli studenti della nostra scuola: «Il sapere del maestro non è mai ciò che colma la mancanza, quanto ciò che la preserva». Di che mancanza sta parlando, qui, lo psicanalista lacaniano?

La lumachella de la Vanagloria ch’era strisciata sopra un obelisco, guardò la bava e disse: Già capisco che lascerò un’impronta ne la Storia.

(Trilussa)