Autore: marco1968

Ad Auschwitz c’era un’orchestra femminile. La serata del 27 gennaio a Teatro Due

La sera del 27 gennaio a Teatro Due è andato in scena lo spettacolo di teatro musicale Ad Auschwitz c’era un’orchestra femminileeseguito dall’Orchestra femminile del mediterraneo ispirato alla storia e agli stati d’animo di due musiciste deportate ad Auschwitz nel 1945: Fania Fenèlon, cantante e pianista francese di origini ebraiche e Alma Rosé, violinista austriaca, nipote di Gustav Mahler, nel campo di concentramento dirigevano l’orchestra femminile voluta dalle SS tedesche. Un sentito ringraziamento al Consiglio provinciale e al Consiglio comunale promotori dell’iniziativa e in particolare al presidente Alessandro Tassi-Carboni per l’attenzione, la premura, e la sensibilità mostrata nell’accogliere la nostra proposta di portare a teatro uno scorcio semplice ma al contempo significativo di un momento storico che non va dimenticato. C’è di che essere orgogliosi per l’evento che la nostra scuola, in occasione della Giornata della memoria, ha organizzato nella serata del 27 gennaio scorso. Non tanto per il grande successo dell’iniziativa – gli studenti delle scuole di Parma hanno occupato per intero i 500 posti messi a disposizione dal Teatro Due di Parma – quanto per la qualità della loro partecipazione, per il contributo emotivo, autentico e sincero, che hanno offerto alla struggente interpretazione proposta dalle artiste (musiciste e attrici) dell’Orchestra femminile del Mediterraneo. Del resto, anche per la componente adulta del pubblico, si è trattato di un’esperienza che ha lasciato un segno profondo. La vicenda delle povere vittime, costrette a suonare...

Read More

trasparenza

trasparenza

Dal 1 gennaio 2018

Collegamenti rapidi