Autore: marco1968

Generazioni di lettori

di Lucia Fontani Una volta superata la fatica di imparare a leggere, trascorso il periodo in cui lo sforzo supera il piacere di scoprire ed emozionarsi per una storia, può nascere il piacere della Lettura. Quando ciò avviene, si assiste all’incontro straordinario tra il bambino e la narrazione. Per favorire quest’incontro, si è avviato, qualche giorno fa, alla scuola Primaria Cocconi,  il progetto Generazioni di lettori, che nasce come esperimento di incontro tra persone di diverse generazioni. Generazioni di lettori si è sviluppato e definito nella collaborazione con il Centro per le Famiglie dell’Oltretorrente e con l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Parma; esso porta all’interno della scuola circa venti volontari tutti appartenenti ad associazioni culturali aderenti al Forumcultura. Il gruppo di volontari è entusiasta di cominciare a leggere con i bambini delle seconde e delle terze. Gli incontri si terranno in orario scolastico e hanno lo scopo di accompagnare in modo individuale i bambini a leggere con autonomia. Per questo progetto, l’istituto ha acquistato molti nuovi libri per la biblioteca scolastica del plesso, i libri sono stati selezionati dalle insegnanti per essere adatti alla lettura dei “principianti”, ma al contempo per rendere il rapporto con la lettura motivante e...

Read More

Il peso di una gonna

di Marianna Midali La terra può essere un ambiente ostile, popolato da moltissimi tipi di creature incasinate e contorte come solo un gomitolo di lana potrebbe essere, affogato nell’inquinamento non solo materiale ma anche morale. Come comportarsi quando si porta il peso di una gonna? Bisogna avere coraggio, prendere il toro per le corna, farsi avanti e provare a rispondere alla domanda più importante: quanto pesa una gonna? Non parlo del peso fisico, dell’attrazione gravitazionale, parlo di quello emotivo, psicologico e sociale, l’aspetto fondamentale e maggiormente trascurato nella vita delle donne. Mi viene, perciò, naturale interrogarmi sul perché delle differenze tra uomo e donna, radicate nella storia e nelle menti di tutti noi. E così, scavando a fondo nei miei pensieri, sono giunta alla conclusione che tutti i pensieri pensati dagli esseri umani dagli albori della civiltà, abbiano formato una rete di filo spinato intorno alla possibilità di aprire le menti e poter finalmente mettere in pari i piatti della bilancia dei generi. Questo peso, se sei donna, te lo carichi sulle spalle ogni giorno, consciamente o meno, e te lo trascini fino nella tomba; e per quanto si sia alleggerito nel corso dei secoli, c’è ancora e da quel che vedo non è per niente facile conviverci. Solo qualche giorno fa, al telegiornale, si parlava delle ore che ogni giorno vengono spese da uomini e donne per badare...

Read More

The Crime Novel Room

Il delitto (im)perfetto di Emma Adorni Era il 27 luglio e io, Mr. Larry Pelican, avevo deciso di fare una piccola vacanza insieme al mio caro amico, l’investigatore privato George Blansech. Alcuni miei amici mi avevano parlato bene dell’Italia e, tra tutti i luoghi di questa penisola, mi aveva sempre affascinato Napoli, con le sue coste splendide e i suoi borghi indaffarati. Allora avevo subito prenotato due biglietti per una crociera sulla costa amalfitana. Eravamo partiti quella stessa mattina da Parigi ed eravamo appena arrivati nel porto. La nostra nave da crociera stava per salpare e io mi affrettai a prendere le valigie e salire. George stava ammirando il mare blu con i suoi grandi occhioni grigi da gatto. Dopo aver sistemato tutte le valigie nelle camere, siamo andati nella sala principale per il buffet di benvenuto, perché oramai erano le otto di sera. George mi disse: «Oggi preferirei andare a letto presto. Tu, se vuoi, puoi restare a vedere lo spettacolo nel teatro». Gli risposti: «Va bene, io resto a vedere lo spettacolo». Finita la cena, George si congedò e io andai a teatro. Vicino a me c’era una vecchietta di nome Sandra Robinson. Doveva aver avuto più di ottanta anni, ma era molto gentile e sorridente. Mentre stavo tornando nella mia cabina, vidi una donna bellissima con lunghi capelli biondi e mossi, occhi verdi e penetranti: era...

Read More

Alla Cocconi, palestra, mensa e auditorium rimessi a nuovo

Si sono conclusi i lavori di ristrutturazione della palestra, della mensa e dell’auditorium della scuola Cocconi, promossi dall’assessorato ai Lavori pubblici del Comune di Parma. La Cocconi si presenta oggi “più sicura sia in termini di normativa antincendio, sia da un punto di vista sismico” come hanno illustrato, nel corso di un sopralluogo, la vicesindaco con delega alla scuola ed ai servizi educativi, Nicoletta Paci, l’assessore ai lavori pubblici, Michele Alinovi, il dirigente scolastico Andrea Grossi,  i tecnici di Parma Infrastrutture Spa,  i tecnici comunali e le maestranze della ditta che ha eseguito i lavori, la Zambelli di Forlì. “Abbiamo tenuto conto delle istanze espresse dai genitori e dalle scuole per fornire spazi adeguati ai bambini”, ha detto Alinovi. Nella mensa sono stati rifatti i controsoffitti, è stata migliorata l’illuminazione. La palestra ha subito un intervento radicale ed è stata trasformata rendendola accogliente e sicura con il rifacimento del contro soffitto, delle pareti e del pavimento. L’auditorium è stato interessato da misure antincendio, da un nuovo impianto audio e dal miglioramento delle condizioni acustiche. La prossima estate si svolgerà il secondo stralcio dei lavori per la completa e definitiva messa in sicurezza delle parti della Cocconi non interessate dai lavori fino ad oggi...

Read More

trasparenza

trasparenza

Dal 1 gennaio 2018

Collegamenti rapidi