Autore: marco1968

Giovani campioni crescono

di Maria Lucia Ruggeri L’anno scolastico è agli sgoccioli, ma l’attività sportiva alla Parmigianino è viva più che mai. Anche quest’anno la nostra scuola ha partecipato ai Campionati sportivi studenteschi, che termineranno il 1° giugno a Porto Sant’Elpidio, con la finale nazionale di duathlon. La nostra avventura, però, è iniziata molto prima e, precisamente, nel mese di dicembre, con la fase d’istituto della corsa campestre. Ricordo con gioia quel pomeriggio soleggiato; tanti nostri studenti in tenuta sportiva parteciparono, presso il parco della Cittadella, alla prima tappa del nostro lungo viaggio. Solo sei per ogni categoria (ragazzi/e e cadetti/e) avrebbero rappresentato la scuola alla fase provinciale, conclusasi con la vittoria nella categoria cadette/i, che ci ha catapultato alla finale regionale. Molte altre attività, oltre alla corsa campestre, hanno animato le nostre formazioni sportive nei mesi seguenti. La scuola ha partecipato ai campionati di calcio a cinque (maschile e femminile), pallavolo (maschile e femminile), orienteering, atletica e duathlon. Innumerevoli i successi ottenuti nel corso di quest’anno: campioni provinciali di pallavolo maschile; campioni provinciali e regionali di orienteering; campioni provinciali e regionali di duathlon; campioni provinciali nelle seguenti specialità di atletica leggera: 1000m maschile e femminile, staffetta 4x100 femminile, 80m ostacoli femminile e un secondo posto ai regionali sempre in quest’ultima specialità. Queste vittorie derivano dall’impegno dei nostri atleti, dalla passione e dalla loro voglia di fare sempre meglio. I campionati sportivi...

Read More

La grande bellezza dell’Oltretorrente

di Alessandro Dall’Aglio  Sabato 28 marzo – presso il cinema D’Azeglio – sono stati presentati e premiati i video che hanno partecipato al concorso “La grande bellezza dell’Oltretorrente”. L’iniziativa era rivolta ai giovani aspiranti videomaker che quotidianamente frequentano il quartiere; lo scopo era proprio quello di mostrare con i loro occhi -attraverso l’uso delle nuove tecnologie- la grande bellezza dell’Oltretorrente. Dei 17 video presentati al concorso, ben 9 sono stati realizzati dagli studenti dell’Istituto Comprensivo Parmigianino – in particolare dalle classi 2°H, 3°B e 3°E. I partecipanti hanno contribuito con grande entusiasmo all’iniziativa, vestendo per l’occasione i panni dei registi, filmando le principali vie e i monumenti del quartiere e talvolta intervistandone gli abitanti. Per i realizzatori dei migliori video c’erano in palio dei premi, messi a disposizione dai commercianti della zona. Il premio per il miglior ritmo audiovisivo è andato al video realizzato dalla 3ªB (Francesco Pellecchi, Leonardo Massari, Leonardo Corsaletti, Marcello Conciatori, Tommaso Brianti, Vittorio Abesinha e Tommaso Bossio). Il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto alla sezione locale dell’Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie. Cliccando sui collegamenti, qui di seguito, è possibile vedere i 9 lavori presentati dagli studenti della scuola. V. Abesinha, T. Bossio, T. Brianti, M. Conciatori, L. Corsaletti, L. Massari, F. Pellecchi (3B) P. Bosi, A. Varani (3B) M. Caroppo, L. De Stefano, D. Fabbri, R. Fabozzi, A. Franton, M. Grasso, P. Venè (3B) F. Amza, V. Arfini, C....

Read More

Cittadinanza attiva

Le classi 2A e 2D del nostro istituto hanno partecipato al progetto Cittadinanza attiva, promosso dal Comune di Parma, afferente al progetto Concittadini, promosso dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna. Il progetto, alla sua prima annualità, coordinato da Chiara Rossi e realizzato in collaborazione con il Gruppo Scuola e con il Centro Studi Movimenti, proponeva un percorso di educazione alla cittadinanza e all’esercizio dei diritti e dei doveri, con l’obiettivo di stimolare nei ragazzi il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri, dell’ambiente e della collettività cittadina. Cittadinanza Attiva si è concretizzato in due momenti chiave. Il primo è consistito in un’esperienza di partecipazione attiva nella scuola. Nel corso dei quattro incontri, gli studenti, stimolati da un facilitatore e accompagnati dagli insegnanti, hanno affrontato, in classe, un tema concreto di interesse comune e lavorato insieme per sviluppare un progetto di miglioramento della vita della classe e/o della scuola, definendo ruoli, responsabilità, regole per cooperare e prendere decisioni comuni. Al termine degli incontri, le classi 2A e 2D hanno, così, realizzato due video. Quello della 2A è consistito in un cortometraggio sul tema del lavoro minorile e schiavile, intitolato Master & Servant. La 2D, invece, ha prodotto un video, intitolato La diversità, per favorire una riflessione sul tema della tolleranza e dell’integrazione. Al di là del risultato estetico in sé, i due lavori hanno favorito la cooperazione, la mediazione,...

Read More

L’amore ai tempi delle Medie

di Pierre Bezuchov  È da un po’ di tempo che non ti scrivo più. Sono successe molte cose qui. Lo sai che io mi confido sempre con te e, anche se è una piccola cosa, per me è pur sempre importante. Ricordo ancora quando eravamo alle Medie e io ti dicevo chi mi piaceva e tu, alcune volte, mi davi qualche consiglio. Giuro che quella volta ero davvero innamorato e lo sono anche adesso. Ricordo quando cercavo di conquistarla in tutti i modi, con biglietti, disegni… parole, soprattutto parole! Quando lei si sentiva male e io le stavo vicino (solo io), chiedendole ogni secondo se stava meglio. Ogni minuto vicino a lei era straordinario. Ricordo di quando piansi per questo amore, quando mi preoccupavo per lei e volevo che tutti i suoi mali passassero a me. Avrei fatto qualsiasi cosa per lei. L’unica cosa che cambierei, se potessi tornare indietro, è dirle quello che provavo faccia a faccia e non su quel cavolo di WhatsApp. Sì, sarebbe stato molto difficile, mi sarei emozionato, ma forse, e dico forse, mi avrebbe dato una possibilità, in fondo c’è per tutti. Sono stato un codardo a parlarle solo su WhatsApp ma, quando ami veramente qualcuno, è molto difficile parlargli, hai sempre paura che qualcosa possa andare storto, basta una sua sola parola, un solo “no”, un solo “non voglio stare con te”, “non ti amo”...

Read More

Letture

Luis Sepúlveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare (1996) a cura di Raphael Imbrisca Il libro di cui vorrei parlare è dello scrittore Luis Sepúlveda e s’intitola Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Se uno si ferma al titolo, immagina di avere di fronte una delle tante favole per bambini, con gli animali come protagonisti. In realtà, è una via di mezzo tra la fiaba e la parabola, cioè nasconde, attraverso le storie dei personaggi, insegnamenti e valori molto importanti. Tutto comincia con la gabbiana Kenga, che, non accorgendosi del pericolo, cade in una grande macchia di petrolio nel Mare del Nord; con le ali pesanti a causa del petrolio, vola a stento su Amburgo, poi precipita sul balcone di una casa, dove sta riposando un gattone nero, di nome Zorba. Prima di morire, la gabbiana si fa promettere da Zorba tre cose: di non mangiare l’uovo che sta per deporre, di proteggere il piccolo gabbiano quando nascerà e di insegnargli a volare. Zorba è confuso e preoccupato, ma dato che è un gatto buono e intelligente, si prenderà cura della gabbianella e, con i suoi amici gatti, la preparerà al volo. Zorba, in effetti, dimostra di saper difendere l’uovo con molta astuzia; un giorno, l’amico di casa vuole pulire il balcone, ma lì è nascosto l’uovo!...

Read More

trasparenza

trasparenza

Dal 1 gennaio 2018

Collegamenti rapidi