La Costituzione a scuola

La Costituzione è il documento fondamentale di uno Stato democratico. Molto spesso, però, il suo contenuto viene dato per scontato nel senso comune o, peggio, eluso dal legislatore. Gli incontri che proponiamo per le classi terze della nostra scuola sono volti a stimolare una serie di riflessioni su alcune delle parole chiave della Costituzione italiana, nell’intento di contribuire alla costruzione di un vocabolario comune della democrazia, utile alla loro formazione civica e politica. Per favorire il più possibile l’interazione con il percorso curricolare, questi incontri saranno preparati dai docenti di Lettere nelle classi che vi aderiscono. mediante l’analisi delle fonti a essi relative per favorirne lo studio e la discussione in classe. I quattro incontri previsti nel progetto si baseranno sui primi quattro articoli della Costituzione italiana, concernendo perciò il tema dei diritti fondamentali (art. 2), dell’eguaglianza (art. 3), di democrazia e sovranità (art. 1) e del diritto-dovere al lavoro (artt. 1 e 4). La successione e il calendario degli incontri seguono la cronologia delle ricorrenze più significative e in linea con i temi trattati: il 25 gennaio (la giornata della memoria concerne il tema del rapporto tra totalitarismo e diritti fondamentali); l’8 marzo (la festa delle donne chiama in causa l’eguaglianza tra i generi citata nell’art. 3); il 26 aprile (la festa della liberazione è connessa al tema della democrazia e della sovranità popolare); il 1° maggio (la festa del lavoro è evidentemente collegata agli artt. 1 e 4).

Il progetto vede coinvolte  tutte le terze della Scuola secondaria.

  1. L’inviolabilità dei diritti

Totalitarismo e diritti fondamentali (art. 2)

Ospite: Ilaria La Fata, storica del Centro Studi Movimenti

 

  1. Uomini e donne sono eguali?

Riflessioni sul principio di eguaglianza (art. 3)

Ospite: Tifany Bernuzzi, antropologa del Centro studi movimenti di Parma.

 

  1. Il principio democratico

Popolo e sovranità (art. 1)

Ospite: un esponente dell’associazione culturale Il Borgo.

 

  1. Diritto e dovere al lavoro (artt. 1 e 4)

Riflessioni sul lavoro come mezzo di affermazione individuale e partecipazione alla vita collettiva

Ospite: Andrea Bui, educatore della cooperativa sociale La Bula